Identikit e trattamento della pelle sensibile

Identikit e trattamento della pelle sensibile

L’organo cute, con i suoi 2 m² di superficie, ha molteplici  importanti funzioni.

Oltre a ricoprire proteggere gli organi e apparati interni, ci identifica e ci connota individualmente, rispetto al foto tipo e a parametri micro-macroscopici che rendono ognuno di noi “epidermicamente unico”.

Riconoscersi “a pelle”. Conoscere le caratteristiche della propria pelle permette di scegliere i trattamenti ed i prodotti cosmetici più idonei, e di riconoscere le alterazioni che possono comparire nel corso degli anni. Questo consente di intervenire in maniera tempestiva su eventuali modificazioni fisio-patologiche, prima che  si trasformino in problemi più gravi.

Contro-attacco alla pelle. La prima cura che possiamo prenderci della nostra pelle è proteggerla dall’azione di agenti esterni che compromettono la funzionalità ed efficacia della sua zone di barriera. I fattori di rischio più temibili sono le condizioni ambientali climatiche, gli sbalzi di temperatura, i raggi solari, l’azione del vento e le variazioni di umidità. L’inquinamento atmosferico, specialmente nelle grandi città, lo smog e il fumo di sigaretta sono altri elementi dannosi per la nostra cute.

La pelle sensibile anche al contatto con indumenti sintetici e ruvidi e all’attacco di altri fattori invisibili quali le abitudini e gli stili di vita scorretti, in primo posto l’alimentazione.

Giocano anche un ruolo gli stati emotivi perturbanti -quali stati d’ansia e di stress-, i fattori fisiologici come le variazioni ormonali e l’avanzare dell’età e anche fattori patologici cioè malattie interne che possono modificare l’aspetto cutaneo.

Non è quindi corretto considerare sensibile solo la pelle che si arrossa facilmente.

Sensibile é anche la pelle intollerante al contatto di diversi agenti esterni climatici e ambientali e con diversi prodotti cosmetici e di pulizia.

La sensibilità cutanea é di solito determinata da due componenti:

La prima è di ordine genetico costituzionale, con alterazione dell’assorbimento di acqua e riduzione della concentrazione di lipidi nello strato corneo e conseguente indebolimento della funzione di barriera della cute con diminuzione delle difese nei confronti di agenti irritanti e inquinanti. Conseguentemente la pelle reagisce infiammandosi, specie nella zona del viso delicata e maggiormente esposta. Si manifestano quindi sensazione di bruciore pizzicore e di pelle che tira.

La seconda dipende prevalentemente dall’uso di prodotti di pulizia e cosmetici inadeguati o troppo aggressivi, i quali se utilizzati per lungo tempo, possono sensibilizzare la cute stessa.

È molto importante non affidarsi a rimedi o prodotti scelti col criterio “fai da te” per non peggiorare ulteriormente la sensibilità cutanea.

La sensibilità non fa eccezioni e può interessare tutti tipi di pelle -secca, normale, mista grassa-. Infatti una carnagione chiara e sottile può manifestare intolleranza a fattori climatici, la pelle grassa può sensibilizzarsi se maltrattata con prodotti troppo astringenti, mentre la pelle normale può essere alterata da prodotti sintetici aggressivi e anche dallo stress.

Il rischio di sviluppare sensibilità cutanea aumenta con l’età, per effetto dell’accumulo nel tempo di errori nella gestione della cute stessa e della diminuzione delle sue difese.

E’ quindi di fondamentale importanza affidare il trattamento della cute sensibile a prodotti naturali, per prevenire l’instaurarsi e l’aggravarsi delle problematiche che comporta.

Quali sono i campanelli di allarme per riconoscere la pelle sensibile o sensibilizzata?

Alla base di queste alterazioni cutanee sta un meccanismo di indebolimento del film idrolipidico che costituisce il fattore di protezione contro le aggressioni esterne.

La cute appare sciupata nell’aspetto, ruvida, secca e tende a screpolarsi e soprattutto ad arrossarsi.

Facilmente compaiono  irritazioni dopo l’applicazione di tonici a base alcolica, e arrossamenti eccessivi dopo l’esposizione al sole e al vento.

Spesso compare senso di pizzicore e prurito dopo aver applicato il make-up.

Cosmesi delicata. Per prevenire e tenere sotto controllo i fattori che sferrano un attacco alla bellezza e alla salute della nostra pelle è fondamentale utilizzare prodotti pulizia e cosmesi delicati, senza componenti aggressivi ( coloranti conservanti profumi sostanze alcoliche e metalli) e privi di ogni agente con potenzialità irritante e allergizzante.

Per mantenere la pelle al riparo da sensazioni di stiramenti desquamazione e secchezza con arrossamento, il primo step è una corretta ed accurata detersione con prodotti delicati dalle proprietà emollienti ed idratanti.

Le sostanze “amiche” della pelle.   L’acido ialuronico è un componente naturale della nostra cute, definito molecola spugna per la sua alta capacità idrofilica cioè di legare e trattenere l’acqua. Così le cellule dello strato corneo, imbevute di acido ialuronico, aumentano di volume e forniscono maggiore levigatezza e morbidezza.

L’escina, con proprietà vaso protettrice, contrasta la possibile formazione di edemi e contribuisce a riattivare la circolazione veno-linfatica, diminuendo il rischio di gonfiori ed accumuli  idrolipidici.

La bava di lumaca, ricca di un naturale contenuto in acido glicolico e lattico, esercita un’azione idratante, nutriente, e rigenerante della cute con eliminazione delle cellule morte dello strato superficiale permettendo così la penetrazione delle altre sostanze in profondità.

La presenza di collagene ed elastina dona compattezza ed elasticità, mentre allantoina, vitamine, enzimi e proteine rafforzano i naturali processi di rigenerazione e riparazione dei tessuti, contrastando nel contempo le irregolarità della pigmentazione.

Altra proprietà importante della secrezione pura di Helix Aspersa é quella di difendere la pelle dall’inquinamento ambientale, con azione antiossidante e anti-aging, contrastando così anche il foto invecchiamento e preservando al massimo il benessere cutaneo.

 

  • DEW 2

    Gel fluido idratante, protettivo, nutriente e lenitivo

    144,00 Acquista
  • COMFORT 6

    Morbida formula ad effetto lenitivo, idratante e restitutivo

    189,00 Acquista
  • LYNFADERM 7

    Linfa Lenitiva, siero vitale ricco di principi idratanti, nutrienti e lenitivi

    204,00 Acquista
  • SOYEUSE 10

    Complesso che apporta nutrienti preziosi per contrastare gli insulti dell'età

    154,00 Acquista

I campanelli di allarme per riconoscere una pelle sensibile ci sono. Appare innanzitutto ‘sciupata’ nell’aspetto, ruvida, secca, screpolata e soprattutto arrossata. È una pelle facile anche alla comparsa di irritazioni dopo l’uso di sapone e struccanti o se viene strofinata con una salvietta; di pizzicore dopo l’applicazione del make-up così come di prurito dopo aver mangiato cibi piccanti o bevuto alcool e caffè. Questi ‘sintomi’ possono essere segnale di una pelle sensibile e poco idratata: conseguenza il film idrolipidico, la sottile pellicola di acqua e grasso che ricopre la pelle, si indebolisce e perde potere protettivo contro le aggressioni esterne.

Cosmesi ‘delicata’. Per prevenire o meglio controllare questi eventi che sferrano un attacco alla bellezza della pelle, è necessario utilizzare prodotti di cosmesi e pulizia idratanti, emollienti, senza coloranti, nichel, cobalto, cromo e qualsiasi altra sostanza con potenzialità irritante o allergizzante. Per assicurarsi una pelle sana, mettendola al riparo da sensazioni di stiramento, desquamazione, secchezza ed arrossamento, occorre partire da una corretta pulizia, accurata e profonda, attuata con detergenti delicati che possono fungere anche da idratante e maschera.

Le sostanze più ‘buone’ per la pelle. Ottimi sono anche i prodotti a base di acido ialuronico, un componente naturale della pelle chiamato ”molecola spugna” per la sua capacità di legare e trattenere l’acqua. Le cellule dello strato corneo ‘nutrite e imbevute’ di acido ialuronico aumentano di volume, dando alla pelle un aspetto più morbido e levigato, e di escina le cui proprietà vaso-protettrici diminuiscono la permeabilità dei capillari e la possibile formazione di edemi, contribuendo anche a riattivare la circolazione venosa e linfatica, allontanando il rischio di stasi venose e accumuli idro-lipidici. Il muco di lumaca, ricco di un ‘naturale’ contenuto di acido glicolico ed acido lattico, svolge una delicata azione esfoliante, idratante, nutriente e rigenerante della pelle, eliminando in particolare le cellule morte dallo strato più superficiale, e permettendo in questo modo alle sostanze di penetrare in profondità. Inoltre la presenza di collagene ed elastina rafforza la cute donando compattezza ed elasticità, mentre allantoina, vitamine e proteine aiutano il naturale processo di rigenerazione e riparazione dei tessuti danneggiati, contrastando la formazione di cicatrici, cheloidi e iperpigmentazioni. Non ultimo, le secrezioni di Helix aspersa con una azione antiossidante e anti-aging, difendono la pelle dall’inquinamento ambientale, contrastando anche foto-invecchiamento e lo sviluppo di infezioni cutanee.